ESPERIMENTI LETTERARI FUMETTI Poesie

In Coscienza, Riflessi #0-#1: Intro/Disillusione

graveside2
OsservatoreInquieto

Introduzione

“In Coscienza, Riflessi” è una rubrica piuttosto semplice: disegni, parole, poco più. È comunque necessario dare qualche direttiva d’introduzione a quello che vuole essere questo piccolo lavoro.
Si potrebbe partire dall’idea di base della comunicazione virtuale, ovvero lo scontro creativo tra menti distanti, scontro che è lo stesso che può avvenire nella fruizione di un film o di un album musicale, e può essere tradotto con “riflesso” nel momento in cui lo spettatore/lettore ne ricava qualcosa su se stesso. Nelle relazioni con gli altri individui quello che più ci deve stimolare all’avvicinamento è la possibilità di ritrovarci nell’altro e costruirci a partire da quello che possiamo imparare, in questa visione la discussione come l’acqua prende la forma della nostra ricerca e come acqua riflette il nostro cambiamento, ed è questo ciò che ad esempio cinema in una precisa istanza afferma: lo schermo è riflesso di qualcosa che già conosciamo e impariamo a rivivere e a portare a galla osservandoci all’interno di esso, così l’espressione individuale deve aprirsi al confronto.
Tutto questo discorso può sembrare inutile, e in parte lo è, ma almeno serve a giustificare lo spirito di questa rubrica: la voglia di rendere pubblici atti di fatto assolutamente individuali (i disegni e le parole, che si svolgono sempre su un piano di intima coscienza individuale), senza la pretesa che abbiano valore universale, ma con la speranza che stimolino la creazione, o ancora meglio la distruzione, nell’altro. Fuori da qualsiasi tipo di ottica qualitativa il senso è partire dall’unico proposito della sincerità, sia quella degli amministratori del blog in fase di pubblicazione, sia quella emotiva in fase di realizzazione.
Tutto ciò dovrebbe portare il lettore ad aderire ad un piano di sincerità che dovrebbe, a sua volta, spingerlo, nei limiti della sua volontà, a contribuire alla condivisione della coscienza, nel modo che ritiene più opportuno.

Disillusione

roba

 

——————————————————————

La fotografia utilizzata come copertina è stata realizzata da Alessandro Gentili

——————————————————————

Questo articolo ti è piaciuto? Condividi, lascia un like o un commento!
A te non costa niente, per noi è un feedback importante!
Seguici anche sulla nostra pagina facebook QUA!

Comments

comments

About the author

OsservatoreInquieto

OsservatoreInquieto

Sono nato abbastanza controvoglia in un epoca in cui era troppo tardi per avere poi qualcosa da rimpiangere e in cui era troppo presto per sprofondare bellamente nelle delizie della mediocrità, sono poi cresciuto attraversando fasi per cui mi hanno insegnato inutilmente che dovrei avere un qualche tipo di nostalgia, ma ora sono qui. Ora che probabilmente tutto e già stato detto e fatto, ora ho voglia di provare a mettermi in gioco. Sono essenzialmente cinico, incoerente e pusillanime fino alla nausea, ma sono convinto che la musica sia tutto, e che il cinema qualcosa di più, e se è qualcosa che si può spiegare vorrei provarci assieme a chi ha voglia di ascoltarmi... per il resto niente, il bello di internet è che sembri meno misero di come sei davvero.

Leave a Comment