ESPERIMENTI LETTERARI Poesie

Luna Benedetta

maxresdefault
Il Capellaio Matto

Luna Benedetta

 

Schiavo del mio istinto animale,

vagabondo mi ritrovai lì solo,

ove il cor e l’animo in coro

la sorda luna vollero cantare.

 

Numerosi raggi color dell’oro

bacian le gote scendendo il collo,

una volta giunti a riposare

sulle spalle, fermi ad ammirare:

 

al chiar di luna la tua pelle brilla

e il tuo verbo dolcemente suona

all’animo mio che s’abbandona,

all’illusione di una scintilla.

 

——————————————————————

Questo articolo ti è piaciuto? Condividi, lascia un like o un commento!
A te non costa niente, per noi è un feedback importante!
Seguici anche sulla nostra pagina facebook QUA!

Comments

comments

About the author

Il Capellaio Matto

Il Capellaio Matto

Se questa è la Via,
qui nascerà il mio mondo;
dove tutto è follia
ma il pensiero è rotondo.

Leave a Comment